Al GP Centro Italia spicca il rossonero della Superbike Bravi Platforms team

04.06.2019

Doppia vittoria di squadra e individuale con Mangiaterra e Bartomeoli; Agostinelli 3° in Svezia

Splende il sole e il rossonero delle casacche della Superbike Bravi Platforms team nel primo vero week-end di primavera. Dall'ultima prova della quinta edizione del Gran Prix Centro Italia corsa a Grotte di Castro in uno dei più percorsi più suggestivi ed impegnativi del circuito ove si sono presentati allo start ben 303 rider, la società fidardense è tornata con un prestigioso bottino: vittoria nella classifica a squadre con netto distacco nel settore "giovanissimi" e tra i "giovanili agonisti", mentre a livello individuale Nefelly Mangiaterra e Sofia Bartomeoli si sono aggiudicate rispettivamente la maglia gialla di leader nella categoria junior (17-18 anni) e G6 (giovanissimi, 12 anni).

"Non bisogna essere campioni per forza, perché i sacrifici che richiede la mountain bike sono tanti e complessi sia per gli atleti che per le famiglie, ma è bello che si cresca insieme, migliorando giorno dopo giorno"

- dice il presidente Rossano Mazzieri -.

"Dobbiamo tanto ai ragazzi ma la responsabilità più grande è far capire loro quali siano i valori dello sport e della vita: educazione, rispetto e voglia di aggregazione. Nefelly, ad esempio, incarna perfettamente questo spirito di squadra: con tenacia ed umiltà ha raggiunto l'obiettivo cadendo, rialzandosi, lottando come una leonessa e mettendosi a disposizione del club ancora infangata per smontare il gazebo".

Mangiaterra corre con la Superbike Bravi da quando era allieva ed è originaria di Recanati al pari della dodicenne Sofia Bartomeoli, giunta lo scorso anno dall'ex Recanati-Marinelli. A Grotte di Castro oltre al 1° posto di tappa di Nefelly e al 2° di Sofia, le quote "rosa" hanno fatto registrare anche il quinto di Claudia Massaccesi, attesa ora dall'esperienza in Coppa Italia con la rappresentativa regionale. Gli altri babies che hanno contribuito al successo di squadra sono Carlotta Monaco, Stella Forti, Giuseppe Libero, Mattia Rinaldoni, Luca Mazzocchini, Nicolas Bianchi, Nicola Virgilio, Alice Marinelli, Manuel Figuertti, Diego Giaconi, Alessandro Elia, Giorgio Mazzocchini, Elia Sasso, Filippo Pirani (giovanissimi), Michele Affricani, Giuseppe Clericò, Alice Mazzieri e Diletta Marinelli (giovani agonisti).

Ma il fine settimana racconta anche un'altra svolta: Alessio Agostinelli è andato a caccia di punti pesanti a Falun (Svezia) in una gara Uci di categoria C1 resa ancor più competitiva e dura dalla pioggia battente e concretizzata con il primo podio internazionale dopo un percorso in rimonta. Un terzo posto che conferma le buone sensazioni e dà tanto morale in vista della seconda metà di stagione che vedrà la Superbike Bravi Platforms team impegnata fra l'altro nella finale degli Internazionali d'Italia Series a La Thuile (23 giugno) dove tornerà in pista anche Angela Campanari, nei campionati italiani di fine giugno a Courmayeur e nelle due tappe della Uci World Cup Mercedes Benz (Andorra e Les Gets) a metà luglio.