Superbike Bravi Platform team, il futuro è azzurro

01.08.2018

Orizzonti azzurri ed infiniti quelli della Superbike Bravi Platform team. Il nono posto ai campionati europei di Stattegg (Austria) di Alessio Agostinelli con la maglia della Nazionale entra di diritto nella storia della società fidardense. "Un debutto eccezionale per il ragazzo e per noi, che lo abbiamo visto crescere: se Naspi è un fiore all'occhiello che la Superbike può vantarsi di annoverare fra le propria fila, Agostinelli è un prodotto autentico del nostro vivaio, dove ha iniziato a pedalare sin da giovanissimo. Ne siamo entusiasti ed orgogliosi: è un'altra prestigiosa conferma della qualità del lavoro che svolgiamo quotidianamente", dice il presidente Rossano Mazzieri.

L'atleta osimano è entrato nella top ten europea a coronamento di una gara interpretata con generosità, gestendo l'emozione della prima volta: "Ce l'ho messa davvero tutta per onorare l'azzurro e il risultato è fantastico", ha detto Alessio sottolineando anche la fatica di portare a compimento l'impresa negli ultimi due giri. Una prestazione importante anche in chiave prospettica: Agostinelli si è giocato al momento giusto le sue chance ed al Mondiale in programma a metà settembre a Lenzerheide (Svizzera) la Superbike Bravi Platform team dovrebbe avere ben due rappresentanti. Doveroso, infatti, ricordare che l'exploit di Agostinelli è arrivato a seguito del forfait di Alessandro Naspi che con somma sfortuna ha dovuto rinunciare agli appuntamenti clou (campionato italiano ed europeo) in cui poteva ambire al podio a causa di una broncopolmonite rimediata nel ritiro in altura di Livigno.

Ma ora entrambe gli under 23 della "scuderia" fidardense hanno tempo per tirare fiato e ritemprarsi in vista dello scorcio finale di stagione e dell'ultima tappa della World Cup che si correrà a La Bresse (Francia) il 26 agosto.